top of page
  • Immagine del redattoregiuseppe civati

Hodie mihi, cras nihil



Oggi a me, domani niente. Avete presente i nichilisti del Grande Lebowski? Alla nostra classe dirigente mancano giusto la tutina e il furetto. Per tutto il resto, del domani v’è certezza: che non ci sia. Anche quando sembrano aggressivi, sono sulla difensiva. Dei confini, della tradizione, della propria identità, che pare loro bastare. Di fronte alle innovazioni, si voltano dall’altra parte. Di fronte alla conversione ecologica, la loro conversione è a U, per tornare indietro. Di fronte ai cambiamenti, la loro risposta è la fissità.


Chi si vuole opporre a questo stato di cose, deve prendere l’iniziativa. Muoversi. Progettare. Ideare soluzioni. Ci vuole immaginazione perché tutto può cambiare. E cambierà in ogni caso, anche se faremo di tutto per negare problemi e questioni. Cambierà il clima, perché è cambiato già. Cambierà la nostra società, che ha già conosciuto profondi mutamenti. Cambierà il lavoro, perché di fronte alla stupidità politica l’intelligenza artificiale avrà campo e spazio infiniti.


Vogliamo fare qualcosa o, con una retorica altisonante che nasconde la nostra inerzia, ci prepariamo allo schianto, senza fare nulla? Questo è il tema di Ossigeno numero 12, che conclude il terzo anno di pubblicazioni della rivista di People, per riaprire un dibattito chiuso, fermo, piombato.

bottom of page