top of page
  • Immagine del redattore Paolo Cosseddu

Il Cnel dice no al salario minimo: come volevasi dimostrare



A proposito del dialogo tra Governo e opposizione sul salario minimo, lo scorso 12 agosto scrivevamo, parafrasando una vecchia battuta:


Un progressista incontra un conservatore e gli dice: “dovremmo fare una legge per fissare un salario minimo”.


E il conservatore gli risponde: “Ma caro amico, questa è una questione complessa, mica la possiamo affrontare così, dovremmo sederci e discuterne con calma”.


I due si siedono, e il progressista dice: “Allora, dovremmo proprio fare questo salario minimo”.


E il conservatore gli risponde: “No“.


Ebbene, passati un paio di mesi, dopo essersi seduti al tavolo del Cnel presieduto da Renato Brunetta, dopo averne "discusso con calma", è arrivata la risposta. Indovinate quale.

Comentários


bottom of page