top of page
  • Immagine del redattoregiuseppe civati

L'attacco fascista a Valentina Mira



La destra italiana non è fascista “ma”. Lo ripetiamo da tempo. E così, mentre mirano a trasformare l’emittente pubblica in un loro palco e megafono (modello Orbán), gli esponenti della maggioranza passano alla censura dei romanzi che dimostrano di non aver letto e che di sicuro non hanno compreso.


La querelle riguarda il Premio Strega. L’anno scorso il ministro Sangiuliano incappò in un’indimenticabile gaffe, dicendo che avrebbe sicuramente letto i libri che aveva giudicato e contribuito a premiare (li avrebbe letti “ma” li avrebbe letti dopo): era solo il preludio dell’attacco di quest’anno a Valentina Mira (entrata in dozzina per la corsa al premio), colpevole di aver dedicato un romanzo che muove dalla strage di Acca Larenzia del 1978 per raccontare la storia di Mario Scrocca, che fu accusato di avere compiuto l’attentato e, poco dopo essere stato arrestato, morì in carcere.

Un attacco in piena regola di parlamentari, attivisti, esponenti dell’estrema destra in tutte le sue sfumature, contro una scrittrice antifascista. Perché questo è il problema.


In un Paese in cui si visita tra fiori freschi la tomba del dittatore, si scherza su via Rasella e sulla banda di pensionati (da parte del presidente del Senato) e si manipola il ricordo delle Fosse Ardeatine (da parte del governo), non si condanna se non con molti “ma” il regime, sono ammesse parate nazifasciste che vanno in mondovisione (proprio ad Acca Larenzia), il problema del rispetto della memoria è costituito da un romanzo che offre semplicemente un punto di vista su una vicenda oscura.

Ripetono a pappagallo che non si può dire più niente, prendono di mira il “pensiero unico” e scrivono libri per dire che i fascisti sono gli altri e non certo loro perché il fascismo non esiste più, e poi si abbandonano a scorribande che hanno l’odore insopportabile della censura e gli inossidabili metodi dello squadrismo. Ecco chi governa l’Italia nel 2024.

Comments


bottom of page