top of page
  • Immagine del redattoreFranz Foti

No ma riempiamo le lettere ufficiali di stronzate, mi raccomando

Lo aveva scritto ieri Giuseppe Civati proprio sulle pagine di questa rivista: sulle migrazioni il governo Meloni spara un’enormità al giorno.

Uno dei bersagli prediletti degli ultimissimi giorni è la Germania, colpevole di alto tradimento (?) perché finanzia le Ong tedesche che operano nel Mediterraneo.


Ora, però, non paghi delle velate minacce a mezzo stampa, sono passati alle lettere ufficiali. E nel delirio totale di cui sono ormai evidentemente preda, forse nemmeno si rendono conto della gravità di mettere nero su bianco - e non nei loro pamphlet propagandistici, ma nella corrispondenza ufficiale della Presidenza del Consiglio - le loro stronzate.


Con tono fintamente sbalordito e costernato degno della tradizione delle sceneggiate di terz’ordine, la Presidente del Consiglio non solo sostiene la curiosa pretesa - soprattutto per una sedicente sovranista - che il capo del governo di un’altra nazione dovrebbe chiedere il permesso a lei prima di decidere i finanziamenti alle Ong del proprio paese, ma arriva infatti a infilare le sue teorie complottiste e cospirative persino qui, quando dovrebbe scrivere a nome dello Stato, e quindi di tutte e tutti noi:


«Ѐ ampiamente noto che la presenza in mare delle imbarcazioni delle ong ha un effetto diretto di moltiplicazione delle partenze di imbarcazioni precarie che risulta non solo in ulteriore aggravio per l'Italia, ma allo stesso tempo incrementa il rischio di nuove tragedie in mare.»


È già abbastanza vergognoso e grottesco assistere al quotidiano Grand Guignol messo in scena da questa maggioranza, davvero dobbiamo stare a guardare mentre trascinano con loro nel baratro le nostre istituzioni?

Comments


bottom of page