top of page
  • Immagine del redattoregiuseppe civati

Non sono fascisti BUT



Benché le elezioni europee in Italia siano sempre vissute come elezioni di medio termine, una sorta di sondaggio sull’andamento nazionale, e le candidature siano scelte più per l’effetto che fanno sull’opinione pubblica che per dare reale rappresentanza politica a livello europeo, con numerosi premi alla carriera (chiamiamoli così) e con liste spesso “miste” rispetto alle famiglie politiche di riferimento (a volte nella stessa lista ci sono candidati che andranno a sedersi in due o tre gruppi diversi), è il caso di ricordare che quando si vota una lista nazionale questa confluirà appunto in un preciso gruppo parlamentare europeo.

Siccome la gara a destra è stata lanciata, con Salvini che ha pensato bene di collocare la Lega in una posizione ancora più radicale di quella rappresentata da Fratelli d’Italia (per ora beneficiando solo Tajani e Forza Italia), andiamo a vedere come sono “seduti” i nostri europarlamentari a Strasburgo e quali sono i partiti fratelli (d’Europa?).

Lo scenario è inquietante, per entrambi. Perché se Salvini è alleato di Le Pen, di Wilders, degli ultradestri portoghesi e greci, nonché di AfD, la formazione post-nazista della destra tedesca (con un sacco di collegamenti con chi “post” non è affatto), Meloni è con Vox, con Zemmour, con i destrissimi svedesi e i veri – si chiamano così – finlandesi.

Se votate Lega o Fratelli d’Italia, al di là delle scelte nazionali, votate questi raggruppamenti. Ricordatelo a chi vive tutto con leggerezza, senza curarsi delle conseguenze, puntando allo zero virgola in più. Perché, al di là di ciò che dicono, che già basterebbe, chissà poi quanto ci vorranno bene gli ultranazionalisti degli altri paesi, soprattutto quelli del Nord Europa.

N.B.: Orbán, modello e riferimento di Salvini ma anche di Meloni, non è iscritto a nessun partito europeo, ma fino al 2019 era con i Popolari (!).

Di seguito uno schema riassuntivo:

Identità e democrazia

Identity and Democracy

ID

Anno di fondazione: 2019

Presidente: Marco Zanni

Italia, Lega per Salvini premier – Lega Nord

Germania, Alternative für Deutschland (AfD) – Alternativa per la Germania

Francia, Rassemblement National

Partito per la libertà, Paesi Bassi

Chega!, Portogallo

Nuova Destra, Grecia

*

Conservatori e Riformisti Europei

European Conservatives and Reformists

ECR

Anno di fondazione: 2009 

Presidente: Giorgia Meloni

Italia, Fratelli d’Italia

Francia, Reconquête

Spagna, Vox

Polonia, Diritto e giustizia

Svezia, Democratici svedesi

Finlandia, Veri finlandesi


È uscito il numero 15 di Ossigeno, C'era una volta l'Europa, disponibile qui

Comments


bottom of page