top of page
  • Immagine del redattoreRedazione People

Storie di unioni civili in Italia



Il 20 maggio 2016 l'Italia approva la Legge n. 76, meglio conosciuta come Legge Cirinnà, il testo che regolamenta le unioni omosessuali. Il libro di Giovanni Follesa racconta la storia di alcune coppie, una per regione, che all'indomani dell'approvazione della Legge Cirinnà hanno deciso di sposarsi. Ciascuna coppia, nel presentarsi, mette a nudo se stessa: l'amore, i sogni, i problemi quotidiani, il coming out, le aspirazioni, il futuro da immaginare e costruire giorno dopo giorno. È una testimonianza personale e intima del percorso familiare, un approfondimento sulle dinamiche sociali nel nostro Paese, una riflessione sul significato e le sfumature del termine “famiglia”. Una narrazione dalla matrice realista, tra cronaca e letteratura; un testo atipico che va oltre l'usurata retorica della diversità. Sì, lo voglio è un libro ricco di umanità, che più di tutto vuole invitare alla riflessione chi ancora non sa comprendere che la famiglia non è unica, ma ne esistono diverse. Senza discriminazioni.

«È ovvio che lo so io, lo sanno le nostre famiglie, lo sa chi ci ama che non cambia nulla nel nostro rapporto, però è fondamentale che il Paese si doti di una legge che stabilisca l'eguaglianza. Prima o poi ci sposeremo. Ce la faremo. Ecco perché è importante partecipare ai Pride».

Giovanni Follesa è titolare della cattedra di Teoria e metodo dei mass media presso l’Accademia di Brera a Milano. Scrittore e giornalista, nel 2021 ha pubblicato, con Janus editore, il saggio We are family. Storie di unioni civili in Sardegna. Collabora con RadioX e, per le pagine di Cultura, con il quotidiano L’Unione Sarda. È co-direttore artistico del festival letterario Rainbook, dedicato ai temi lgbtqia+.

留言


bottom of page