top of page
  • Immagine del redattoregiuseppe civati

Stranieri per sempre: e quindi?

Ossigeno è un blog, ma anche una rivista trimestrale: è in uscita il numero 14, Homeless, dedicato al tema della casa. Se ti piacciono i nostri articoli, acquistala o abbonati cliccando qui.



Gli arrivi via mare lo scorso anno sono stati 157.652. Il 47% in più dell’anno precedente.

Altri dati, come quelli sulla rotta balcanica o quelli che riguardano i centri di accoglienza, sono frammentari e, spesso, nemmeno dichiarati e pubblicati dal Ministero dell’Interno.

Lo schema di Dublino non è cambiato in favore dei paesi di prima accoglienza, se non per una norma economica più estesa circa la redistribuzione che si dovrà valutare se sarà rispettata.

Il decreto flussi si è dimostrato ancora una volta per nulla proporzionato alle necessità di un paese che, nonostante le intemerate della destra e le incertezze della sinistra, vive ormai di immigrazione da tanti anni.

Resta da capire che fine farà l’osceno accordo con l’Albania per l’esternalizzazione non solo dei confini, a cui siamo abituati da molti governi a questa parte, ma anche dei richiedenti asilo.

Siamo invece certi che a non essere rispettati sono gli accordi che l’Italia ha stipulato con la Tunisia – il clamoroso flop di un patto discutibile sotto ogni punto di vista e fin dalle sue “strategiche” premesse.

Quindi, che facciamo? Perché dopo aver promesso sfracelli, a cominciare dai famigerati blocchi navali, la situazione non cambia affatto. E se fino a ieri era colpa dei governi precedenti, ora è colpa del governo attuale. In perfetta continuità, con un sovrappiù di retorica turbonazionalista che fa solo danni.

Mentre il vicepresidente del Consiglio va a processo per l’oscena vicenda del 2019, la domanda è sempre la stessa: continuiamo così, fino al prossimo fallimento? Continuiamo a inventarci norme sempre più cattive e discriminatorie e trappole burocratiche sempre più sofisticate e costose (sotto ogni punto di vista), per risolvere un’“emergenza” che non lo è più da decenni?

Stranieri per sempre, “loro” e pure “noi”, nei confronti di un paese che nessuno pare conoscere e che soprattutto nessuno intenda davvero governare.


Stranieri per sempre è un libro di Giuseppe Civati, in vendita sullo store di People

bottom of page