top of page
  • Immagine del redattoregiuseppe civati

Votate Clima


Lamentarsi del clima è giusto ma è un po’ come lamentarsi del caldo. Da solo non risolve il problema.


E così mentre i negazionisti del clima si organizzano e stringono a coorte - pronti alla morte del genere umano - da questa parte si traccheggia. C’è chi è timido, più o meno come quando era al governo. C’è chi si batte ma senza avere collegamenti con gli altri. C’è chi si ferma alla diffidenza verso la politica - avendo largamente ragione ma relegandosi alla semplice protesta.


Invece si deve partire ora: bisogna votare clima, le formazioni che lo hanno a cuore e che si spera si uniscano tutte quante alle prossime europee. E bisogna iniziare subito, organizzandosi, prendendo contatto, iscrivendosi. Candidandosi, anche.


Ve l’immaginate un’Europa e quindi un’Italia in cui i negazionisti perdono consensi e li guadagnano quelli che credono si debba intervenire? Non per peggiorare la vita delle persone, come si sente ripetere da destra. Proprio per migliorarla e per fare in modo che condizioni avverse dal punto di vista climatico possano essere affrontate. Per il beneficio del maggior numero di persone e per chi già ne soffre di più.

header.all-comments


bottom of page