top of page
  • Immagine del redattore Paolo Cosseddu

Hatreju

Ossigeno è un blog, ma anche una rivista trimestrale: è in uscita il numero 14, Homeless, dedicato al tema della casa. Se ti piacciono i nostri articoli, acquistala o abbonati cliccando qui.



Da due giorni è in corso Atreju, l’annuale ritrovo della giovine destra italiana che in questa edizione festeggia il primo anno di governo della propria parte politica con un panel di ospiti di livello internazionale. In particolare, tra oggi e domani sono attesi Elon Musk, patron di X (già Twitter) e di Tesla, il primo ministro inglese Rishi Sunak e il leader di Vox, Santiago Abascal. A margine della manifestazione, i tre terranno con Giorgia Meloni un incontro riservatissimo, a cui i rispettivi staff hanno lavorato incessantemente nelle ultime settimane. Faticando a trovare argomenti graditi a tutte le parti, alla fine hanno stabilito che sarebbe stato decisamente più semplice concentrarsi su quelli verso i quali il loro odio è unanime. Ossigeno è riuscito a ottenere detto elenco (*) in esclusiva per i nostri lettori:

 

La birra light.

Gli arbitri di calcio donne.

Gli arbitri.

Le auto piccole.

Gli animali a cui la legge vieta di sparare.

I ristoranti che non hanno il menu cartaceo, ma solo il QR Code incollato al tavolo.

La nuova Sirenetta nera della Disney.

La Disney.

Gli stranieri con un patrimonio personale inferiore al milione.

Il film Barbie.

Le caffetterie che servono il cappuccino in versione vegana.

I pronomi.

Il concertone del Primo Maggio.

Le forme di sussidio alla disoccupazione.

Le pellicce ecologiche.

Gli abbonamenti agevolati ai mezzi pubblici per le persone con basso reddito.

I mezzi pubblici.

Il cioccolato equosolidale i cui proventi aiutano le popolazioni dei Paesi in cui si coltiva il cacao.

I bagni unisex.

La margarina.

Le donne che lavorano e che rimangono incinte.

Le donne che lavorano.

Halloween.

Gli ebrei, esclusi quelli residenti nello Stato di Israele.

I vincoli sui beni culturali, storici e paesaggistici.

I cani di piccola taglia.

I medicinali generici.

Bernie Sanders.

I rider che sforano i tempi di consegna previsti dall’algoritmo.

La redistribuzione della ricchezza.

L’insalata.

Le giacche destrutturate.

Charles Darwin.

I rave party.

Le leggi internazionali.

I parchi naturali e le aree protette.

Il vino biologico.

Le orse e i loro cuccioli.

Leonardo DiCaprio.

Gli alluvionati.

Il contrasto ai paradisi fiscali.

L’esenzione dall’ora di religione.

Il tredicesimo Doctor Who.

I taxi equipaggiati col il Pos (funzionante).

Il coefficiente di Gini.

Il divieto di caccia alle balene.

I polli allevati all’aperto.

Il salario minimo.

I vaccini.

Bob Marley.

Le loro foto girate a testa in giù.

Quelli che chiedono sempre la fattura.

Le imposte di successione.

I limiti di velocità.

Frutta e verdura di stagione.

Le scuole pubbliche.

Le leggi contro il consumo di suolo.

L’inclusività.

Rispettare la fila.

Il metodo scientifico.

Bella ciao.

Le spiagge libere.

La lobby gay.

Le proteste studentesche.

La lotta ai paradisi fiscali.

I posteggi riservati alle persone con disabilità.

Quelli che invece di augurare “buon Natale” dicono “buone feste”.

I comunisti.

La Dichiarazione universale dei diritti umani.

I kebabbari.

I bambini con due mamme o con due papà.

Le piste ciclabili.

Le procedure per avere il porto d’armi.

La teoria Copernicana.

Il reato di apologia del fascismo.

La patrimoniale.

La pasta integrale.

Le canzoni di Battisti dopo la fine della collaborazione con Mogol.

Gli accenti “strani”.

Il film Don't Look Up.

La soia.

Le imposte sugli immobili.

Antifa e Black Lives Matter.

I sandali Birkenstock.

Gli spot in cui compaiono persone di colore, a meno che non servano ai tavoli o non abbiano in mano uno spazzolone.

I Pride.

I panda.

La diversity.

I marciapiedi.

Il concetto di separazione dei poteri.

Sir David Attenborough.

Il movimento #MeeToo.

I birrifici artigianali.

L’aborto legale.

I limiti all’uso del contante.

Le uova senza antibiotici.

I pregiudizi verso i neonazisti.

Le tasse.

Le pettinature afro.

Il tofu.

Il sostegno psicologico.

Il St. Pauli.

La definizione giuridica di molestia sessuale.

L’IPCC, il Panel Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici.

Le borracce.

L’Unione Europea.

Lady Gaga.

Warren Buffett.

Il servizio sanitario nazionale.

Le caldaie a condensazione.

Le strade illuminate per far sentire più sicure le donne.

I giudici che si esprimono contro le leggi del Governo.

Il Var.

Le elezioni.

La parità salariale di genere.

Gli attivisti per il clima che fermano il traffico.

I palestinesi.

L’educazione affettiva e/o sessuale.

Le leggi contro l’incitamento all’odio.

Il sistema pensionistico.

L’acqua pubblica.

Elodie.

George Soros.

Gli Hare Krishna.

Le frontiere aperte.

Le polpette di ceci e/o di lenticchie.

I calciatori che fanno coming out.

Saylor Moon.

La famiglia Obama.

La famiglia Biden.

Lo smart working.

Le femministe.

Gli scaffali di prodotti bio nei supermercati.

Le Ztl.

La raccolta differenziata.

Le bibite senza zuccheri.

I sistemi di rilevamento delle temperature globali.

Le moschee.

I personaggi con la pelle scura nella nuova serie tratta da Il Signore degli Anelli.

I sindacati.

I nomadi.

I Nomadi.

La fluidità di genere.

Taylor Swift.

L’esito della Seconda Guerra Mondiale.

I panettoni artigianali con ingredienti esotici.

La separazione fra Stato e Chiesa.

Le Ong che salvano i naufraghi in mare.

I videogiochi con protagonisti femminili.

Greta Thunberg.

La tracciabilità degli allevamenti sull’etichetta degli hamburger.

L’ora legale.

I negozi gestiti da immigrati che vendono alimenti sconosciuti.

Le costituzioni nei Paesi democratici.

Le democrazie. 

 

(* l’elenco è in costante aggiornamento)


Kommentare


bottom of page